PARKINSON PARKINSONISMI

Secondo studi recenti, i pazienti affetti da Malattia di Parkinson hanno maggiori probabilità di sviluppare disturbi oculari, quali secchezza oculare, disturbi del visus, riduzione della sensibilità al contrasto e difficoltà di adattamento alla luce. 

Tali pazienti presentano inoltre deficit della motilità oculare, alterazioni saccadiche e disturbi di convergenza.

Per tale motivo diventa fondamentale studiare il sistema visivo tramite una valutazione ortottica e riabilitare eventuali disturbi a carico dell’apparato neuromuscolare (deficit di convergenza, diplopia, strabismo).

La valutazione del paziente con disordini neurologici non può non prescindere da una valutazione del Medico Oculista e da un videat neurologico per inquadrare al meglio la problematica del paziente ed orientarne nel migliore dei modi la terapia.

parkinson immagine.jpg